Navigo nelle parole

Navigo nelle parole

di Giuseppina Di Leo

La raccolta comprende una scelta di poesie recenti, tranne qualcuna più datata, scritte negli anni 2011-2017; dal libro "Slowfeet" (2010) è tratta "Meglio un pomeriggio assonnato", mentre "Traspare nel sonno" dal libro "Con l'inchiostro rosso" (2012). Partirei dalla considerazione che la poesia non debba mostrare né imporre alcuna verità irrinunciabile o assoluta che sia, bensì aprire spiragli di riflessione e possibilmente stabilire un dialogo o, meglio ancora, favorire l'ascolto del lettore. I temi ricorrenti del viaggio e della memoria - come anche l'immagine del mare - vanno, dunque, nella direzione di un dialogo/ascolto, così come preludono a un ritorno ("La topografia delle nostre abitudini"); anche laddove la poesia si fa meno esplicita (e forse più criptica) il punto centrale resta l'apertura verso l'altro, l'unica maniera per poter contrastare l'indifferenza e la violenza presenti nella nostra società... (Giuseppina Di Leo)